Aspettarsi corerenza da Beppe Grillo

(L’hanno presa bene)

Non so se qualcuno ha già notato il paradosso: da una parte c’è un politico (Beppe Grillo) che ha sempre creduto nel vincolo di mandato, che ora chiede ai senatori del suo partito di “votare secondo coscienza”…

…e dall’altra ci sono i suoi detrattori, che invece nel vincolo di mandato non ci hanno mai creduto – e più volte hanno difeso il principio per cui i senatori del M5S non sono i pigiatasti del privato cittadino Beppe Grillo – e adesso se la prendono con lui. Che ha fatto? Ha chiesto ai parlamentari del suo partito di votare secondo coscienza.

E dunque come funziona questa cosa di rinfacciarsi la coerenza? Ok, Grillo è incoerente, ma chi lo critica non lo è in eguale misura? Forse alla fine ci appassioniamo di politica proprio perché è un gioco di specchi. Le questioni di principio diventano questioni di metodo, i metodi materia di compromesso, i compromessi petizioni di principio, e così via, all’infinito.

Cosa vorresti domani? Un’Italia un po’ più civile in cui gli omosessuali possono farsi una famiglia. Servirebbe una maggioranza di sinistra – non c’è. Possiamo offrire ai centristi un po’ di sottosegretariati e confidare nella coerenza di Beppe Grillo. Sulla seconda cosa spero nessuno facesse davvero affidamento.

19 Comments

  1. “Possiamo offrire ai centristi un po' di sottosegretariati e confidare nella coerenza di Beppe Grillo. Sulla seconda cosa spero nessuno facesse davvero affidamento.”

    Nella chiusura del tuo pezzo cosa intendi allora esattamente?

    "Mi piace"

  2. Non ha specificato a quale Dio si riferisse e cosa intendesse per perversione.
    Ad esempio, durante un baccanale sarebbe veramente disdicevole non accoppiarsi con tutto quello che passa (tralci di vite compresi).

    "Mi piace"

  3. Quindi, di fronte a questo succosissimo autogol di beppegrillo, Leonardo che fa? Fa una brillante analisi filosofica della condizione paradossale dell'aspettare coerenza altrui rimanendo essi stessi coerenti. Tale analisi si conclude decostruendo e quindi in parte neutralizzando una piccola vittoria.

    Mi chiedo: hai mai vinto QUALCOSA, Leonardo? Qualsiasi cosa. Sai TECNICAMENTE come si fa a vincere?

    "Mi piace"

  4. “Non si può rinfacciare l'incoerenza altrui restando coerenti con sé stessi; è uno dei tanti paradossi della politica.”
    Boh, Leonardo… parla per te. Ti posso concedere che pretendere coerenza dai politici, soprattutto in Italia, non paghi. Ma che non lo si possa fare senza diventare incoerenti a propria volta… mi pare un po' troppo postmoderno.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...