La grande gara di spunti

I Catari in semifinale

Benvenuti al secondo appuntamento di oggi con La grande gara degli spunti! Diamo un’occhiata ai secondi semifinalisti. Li avevano dati per spacciati secoli fa, e invece eccoli! Hanno impietrito il Basilisco, hanno massacrato i Banditi della Montagna, si sono mangiati Evangelina, e oggi finalmente se la vedono direttamente col loro avversario di sempre, Gesù. Salutate i Catari!

Abstract

A scuola impariamo che in Storia non esistono i Buoni e i Cattivi, tranne in un caso specifico che è, fortuita coincidenza, l’ultima grande guerra che ha distrutto il mondo. Possibile che qualcuno non ne abbia approfittato per riscriverla correggendo qualche errorino? Un dottorando in Storia Potenziale viene convinto dal suo demoniaco correlatore a scrivere una tesi in cui immagina che i Catari non siano stati sterminati nel XIII secolo, ma nel XX: prima in Francia, poi negli USA, nell’impero britannico e, con la bomba atomica, a Nagasaki. Nel caos successivo alla fine della seconda guerra mondiale, i vincitori avrebbero cospirato per nascondere per sempre il genocidio e restituire ai posteri un’immagine moralmente superiore a quella dei vinti. Ma è tecnicamente possibile cancellare sei secoli di presenza dei Catari in Europa e nel mondo? Mentre si strugge per rispettare le scadenze, il relatore comincia a ricevere bigliettini in occitano che gli fanno sospettare che sia tutto vero: la sua bisnonna era figlia di un cataro che aveva ottenuto un lasciapassare dal governo fascista per combattere nei repubblichini, e poi era scomparso. Davvero i vincitori di Jalta hanno riscritto la Storia? O è tutto il classico delirio di uno studente che scrive una tesi?


Sembra interessante. Dove si possono recuperare altri frammenti della storia?
Nessuno si ricorda dei Catari
Non ho mai visto Carcassonne
L’impatto ambientale del nazismo, e altre tesi interessanti


    Quando mi è venuta in mente?
    È una cosa che mi ronza da parecchio. Sicuramente ci stavo già pensando nell’ottobre 2013. Però non mi erano mai venuti in mente i Catari. I Catari sono perfetti perché di loro si sa abbastanza poco, e si dà per scontato che siano scomparsi dopo una persecuzione nel medioevo. Che è più o meno quello che ci saremmo raccontati sugli ebrei se i nazisti avessero vinto: per un po’ hanno vissuto in Europa, poi li hanno massacrati o convertiti, ma è stato molti secoli fa. L’idea dei catari mi è venuta quando stavo preparando la scaletta della gara.

    Quanto è originale?
    Che io sappia una cosa tanto folle non è ancora venuta in mente a nessuno – benché la Francia meridionale sia una specie di carta moschicida per follie cospiratorie (tra parentesi, ovviamente il parroco di Rennes-le-Château si era impossessato del ricco lascito di una famiglia catara). Ci saranno i templari, il sacro graal, ecc. Alla fine l’intreccio sta diventando simile al Pendolo di Foucault (studiosi inventano un complotto che poi si rivela autentico). Credo che non riuscirò mai a liberarmi dal Pendolo di Foucault.

    Potenziale commerciale?
    Credo che là fuori ci siano decine, ma che dico, dozzine di persone che non aspettano altro che di leggere una storia sui Catari che vengono sterminati nel XX secolo dai francesi e dagli anglo-americani cattivi. Purtroppo devo avere dei problemi alla mail, un filtro che non fa passare tutte le proposte dei più prestigiosi editori italiani e del mondo. Scherzo. Magari se un fulminato mi accusa di antisemitismo e io gli rispondo Boh, tu dici? riusciamo ad ampliare il bacino a un mezzo centinaio di persone.

    Che senso avrebbe?
    Riflettere sul revisionismo senza cadere nella solita riduzione a Hitler. Come si fa a riscrivere la Storia? Come si fa a riconoscere quando un pezzo di Storia è stata riscritta? Ma anche: quanto è facile mettere assieme una manciata di indizi e inventarsi un complotto mondiale. All’inizio il dottorando è disperato perché non riesce a mettere insieme nessun pezzo, ma dopo un po’ deve fare lo sforzo in senso contrario perché tutto davanti a lui comincia a parlargli del genocidio cataro.

    Mi farò dei nemici?
    Qualcuno mi darà dell’antisemita. Succede anche quando scrivo dei Beatles, per cui amen.
    (Se invece scompaio all’improvviso e mi cancellano il blog, cominciate a indagare sulla pista dei templari).

    Cosa dovrei studiare?
    I Catari. Per fortuna di loro non si sa moltissimo. Tutta la storia della Francia dal basso medioevo in giù. (Per dire questa cosa di immaginare un governo sciovinista nel ’35, ecco, è impossibile: bisogna rassegnarsi all’idea che i Catari li abbiano sterminati i socialisti: sia in Francia che in Spagna).

    Dimensioni?
    Devo stare molto attento a non partire per la tangente. Duecentocinquanta cartelle.

    Eventuali sequel?
    Avete mai sentito parlare dell’eresia ariana? A un certo punto intorno al mediterraneo c’erano più quasi più ariani che non ariani. Poi sono stati sterminati e di Ario sappiamo ben poco. Ma una volta non so più dove ho letto un’ipotesi: e se Ario in realtà fosse un Alì, o Maometto addirittura? Contenete l’entusiasmo.


    Contro chi gioca in semifinale?
    Contro Gesù.

    Per chi tifo?
    Gesù è ok, ma i Catari le hanno prese per secoli, una piccola rivincita sarebbe il minimo.

    Se mi avete seguiti fin qui, credo che sappiate cosa fare adesso. Chi vuole votare per Gesù, lo scriva nei commenti a Gesù. Chi vuole votare per i Catari, lo scriva qua sotto. Potete anche mettere Mi Piace su Facebook. Se volete usare Twitter fate pure, ma non vi garantisco che il vostro voto verrà conteggiato. Avanti! Dio riconoscerà i suoi.

    35 pensieri su “I Catari in semifinale

    1. Ho sempre votato Ges, ma è il momento di abbandonarlo: voto con decisione i Catari.
      Comunque, se scrivi questa roba dovresti preoccuparti non solo e non tanto di quali nemici ti farai, ma soprattutto di quali amici: pensa a tutti quelli che ti prenderanno sul serio!

      "Mi piace"

    2. Cosa faccio? WuMing lo adoro ma Eco delle volte mi stufa.
      Il Gesù un po' scoglionato ti verrebbe benissimo e l'ho sempre votato, mentre i Catari mai.
      Però si vede che ti piaciono di più loro, i Catari, e li voto.
      Per favore mettici un pochino di budella, grazie.

      "Mi piace"

    3. Voto i catari, però ho una perplessità. Nel Pendolo il complotto immaginato dagli studiosi non è autentico, più che altro lo sembra a una setta di invasati. Ma forse ho capito male io e secondo Evo esiste la terra cava, o quel cavolo che si erano inventati.

      "Mi piace"

    4. ciao, sono uno sfollato di fiume. chiedo asilo alla catària. (catarìa? catarogna?)

      tanto perderemos again…

      (“Devo stare molto attento a non partire per la tangente. Duecentocinquanta cartelle.”

      BRA'O…)

      "Mi piace"

    5. Dei Catari non si sa poi tanto poco. In Francia sono andati molto di moda tra gli storici. C'è una buona bibliografia, compresi diversi libri sospesi tra Umberto Eco e Marc Bloch che dimostrano che Dante era una cataro in sonno.

      "Mi piace"

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo di WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...