We are the Village Green Preservation Society

Essendo al verde

Che è un bellissimo colore. Verde speranza, verde primavera. Per la verità era verde anche il fondo delle candele medievali, dimodoché quando finivano si diceva “siamo al verde”, e se la cercate bene la metafora c’è.

Il giorno di San Patrizio gli irlandesi tingono di verde le birre e i fiumi d’America (quelli d’Irlanda non credo): da loro hanno preso il verde i leghisti, per via di un comune antenato celtico che in realtà nessuno ha mai conosciuto. Tanto, se tutto va come deve andare, le figlie e i figli dei leghisti in due generazioni si mescoleranno con gli immigrati musulmani, e alla fine voteranno verde uguale, perché il verde è anche il colore delle oasi del deserto, del turbante di Maometto, e in generale dell’Islam. E infine, buon ultimo ma non meno importante, c’è il verde Veltroni, il verde PD.

Ripeto, il verde è un bellissimo colore. Ma quel verde lì ha qualcosa che non va.
Si riflette sulle fronti degli attivisti e li tinge d’itterizia; anche quando si sforzano con tutta la buona volontà di esibire entusiasmo e fede, sembrano venuti da Marte e in procinto di tornarvi. Di tutti le sfumature del pantone, mi sembra che abbiano scelto la più acida. Certo, io poi di comunicazione cromatica non so niente. Anzi, a questo punto mi piacerebbe pure ricevere il commento stizzito di uno scienziato di comunicazione cromatica che mi spiega per filo e per segno quanto poco ne capisco, e che quel verde è ottimo, è il risultato di un indagine di mercato incrociata con un prolungato brainstorming e un acid test in stile anni Sessanta, quelli dove stiamo per andare a vivere se vince Veltroni.

Io continuo a chiedermi perché, con tutti i partiti e i partitini che ci stanno in Italia, nessuno ha mai pensato di usare il giallo (a parte Panto, che è caduto da un elicottero dopo aver fatto perdere Berlusconi). A me sembra perfetto, il giallo. Per prima cosa, su un simbolo giallo si vede subito la croce a matita, e se avete mai spogliato un seggio sapete quanto sia importante. E poi è un colore caldo ma chiaro, ed è un ottimo fondale, su cui spunta tutto come per miracolo. Il fondo oro delle miniature medievali. Ci metti la testa di un pirla qualsiasi e voilà, l’hai fatto Santo. Ecco, ancora medioevo. Io ero nato per fare il comunicatore nel Medioevo. O beh. Magari ci torniamo, nel Medioevo. Dopo gli anni Sessanta. O anche prima. Io nei Sessanta in effetti mi annoierei, le canzoni già le conosco.

15 Comments

  1. In Germania ogni partito ha un suo colore: la SPD è rossa (ovvio), la CDU è nera, i liberali (ve li ricordate) sono appunto i Gialli, poi ci sono i Verdi, e di recente c’è la Linke (che è rossa pure quella).Se ti piacciono i cromatismi ti divertiresti questi giorni a seguire il dibattito politico tedesco: a parte coalizioni rosso-rosso(Linke più SPD) e grande coalizione rosso-nero si parla molto della Ampel Koalition (la coalizione semaforo: Rosso, Giallo e Verde) e la Jamaica Koalition (la coalizione gamaicana, ovvero Nero, Giallo e Verde.

    Mi piace

  2. Ma la vera notizia è che Progetto Nordest< HREF="http://www.progettonordest.org/articolo.php?id=133" REL="nofollow">esiste ancora<> nonostante la dipartita del fondatore. Anche se, “considerato il penalizzante sistema elettorale”, ha deciso di non presentarsi alle prossime elezioni politiche (ma si riserva di dare indicazioni di voto).Peccato perchè anche il loro progetto di apartheid nei pronto soccorso avrebbe contribuito a farci tornare agli anni 60. Però in Sudafrica.

    Mi piace

  3. purtroppo, te lo dice un giallista convinto, c’è una spiegazione psicologica (che lascia il tempo che trova).il giallo hanno deciso (su quali basi poi, ti fanno vedere 4 colori) che sia il colore dei disturbati mentali, degli psicotici, schizofrenici, insomma dei pazzi.come se non lo fossimi tutti… 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...